La vendita è un’attività scientifica non artistica, cosa significa? Il mondo è pieno di venditori talentuosi che non ottengono i risultati attesi, perchè? Perchè lavorano con la pancia e non con la testa.

Per vendere non basta avere passione, per vendere non basta avere una buona comunicazione, per vendere non basta fare tanti chilometri. Per vendere bisogna essere organizzati, essere fanatici di numeri, raccogliere dati, compilare statistiche ed essere in grado di leggerle.

Un venditore può prevedere il futuro?

I venditori possono prevedere il futuro? Si, i venditori lo possono fare, possono prevedere il futuro, come possono farlo?

Il passato si può cambiare? Certamente no. Il presente si può cambiare? Certamente no, perchè è già passato. Solo il futuro si può cambiare e per cambiare il futuro devo guardare le statistiche, anzi, i sottoprodotti che formano una statistica.

Prima di concretizzare una vendita, un venditore dovrà gestire una banca dati, prendere degli appuntamenti, fare degli appuntamenti e poi vendere. Ecco, tutto quello che precede la vendita è un “sottoprodotto” da monitorare: ogni quante telefonate riesco a prendere un appuntamento, ogni quanti appuntamenti riesco a chiudere una vendita?

Che percentuale di chiusura hanno le mie visite?

Quanto tempo passa, mediamente, tra il primo contatto e la chiusura del contratto con una vendita?

Questi sono tutti dati statistici che, se raccolti, esaminati ed elaborati ci possono permettere di prevedere il futuro e sapere come andranno le nostre vendite.

Se sei un direttore vendite: lavora con i tuoi uomini e donne per instillare il fanatismo delle statistiche come strumento utile ad ottenere maggiori risultati e non come mero strumento di controllo.

Se sei un venditore: le statistiche sono la tua bussola, ti dicono cosa stai facendo e come lo stai facendo. I numeri non sbagliano mai, ci raccontano com’è veramente la realtà non ci raccontano l’idea che noi abbiamo di essa.

E quindi?

La vendita come il marketing, si basa sui dati, come racconto nel video qui sotto, può sembrare banale ma spesso, troppo spesso i venditori così come le aziende non usano le statistiche come strumento predittivo ma solo di verifica a posteriori, è un peccato.

La cultura della statistica e dei numeri deve fare parte del patrimonio aziendale, solo così potrà essere trasferita ai venditori. Noi, per primi, che guidiamo le aziende, dobbiamo renderci misurabili, sempre.

Non sai come fare? Hai bisogno di spunti o di un confronto?  Ti serve supporto?

Scrivici qui: info@casaimbastitacampus.it saremo lieti di darti supporto per aiutarti ad aumentare le tue vendite e i tuoi risultati

#casaimbastitacampus #solodanoi

You may also like

Aperitivi d’impresa: incontro con Silvia Noé sulle difficoltà e le opportunità di fare impresa in Sicilia
Il mantra del venditore: alzati e fattura!
No budget? No party!