Sogni da realizzare, settembre è capodanno? No, non sono impazzito, si avvicina il capodanno per tutti noi, imprese, aziende, manager: settembre è il primo giorno del nuovo anno.

Settembre segna l’inizio del nuovo anno: si iniziano a tirare le fila di quanto è successo nell’anno in corso, si verifica cosa succederà nei prossimi quattro mesi ma soprattutto, si pianifica l’anno successivo.

Troppo spesso noi, siamo imprevidenti e non ci fermiamo mai a verificare, programmare, pianificare.

Abituarsi a farlo può fare la differenza.

Queste vacanze estive che volgono al termine, per qualcuno di noi sono state occasione di stacco totale e nessun pensiero, per qualcun altro, mi auguro, sono state di stacco e relax ma foriere di idee e iniziative da mettere in campo.

Al rientro è necessario mettere in campo tutta l’energia e la creatività necessaria a continuare a fare andare bene le cose, se fino ad oggi è stato così, o iniziare a farle andare bene, se non lo è stato.

Come fare?

Analizzare le previsioni che avevamo fatto a inizio dell’anno, controllare le statistiche, analizzare le opportunità in carniere e capire come fare a chiuderle, cercare nuove opportunità, mettere in atto i correttivi necessari, decidere nuove strategie.

Per fare tutto questo è necessario tempo, tempo individuale e tempo condiviso: tempo ben speso quello della pianificazione e organizzazione.

Noi di Casa Imbastita Campus per l’autunno abbiamo tante novità che bollono in pentola e stiamo per ripartire carichi e motivati per riuscire a realizzarle.

Per avere informazioni sulle nostre iniziative, corsi e percorsi di formazione manageriali segui gli eventi qui sul sito o scrivici a info@casaimbastitacampus.it

Il nostro claim è: se non stai realizzando i tuoi sogni non stai vivendo la tua vita.

Noi con fatica, come tutti, stiamo cercando di realizzare i nostri sogni e per farlo, lavoriamo insieme a te per aiutarti a realizzare i tuoi.

#casaimbastitacampus #solodanoi

 

You may also like

I venditori e i turisti d’affari
Coaching e soft skill come driver di successo per le aziende
Buchi camuffati richiedono scelte,anche se dolorose