Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

L’etica non va in vacanza, mai.

22 giugno 18:00 - 19:30

I limiti morali del fare turismo oggi, per i turisti, per gli operatori turistici.

Siamo nel sud est siciliano, un posto meraviglioso, che per una serie di congiunture favorevoli e di buone idee imprenditoriali sta vivendo un momento magico per lo sviluppo turistico. Un momento che può diventare un driver trainante dell’economia del territorio o può rischiare di involversi ed esaurirsi se non si riuscirà a trasformare “la moda del momento” in un trend virtuoso permanente.

Interrogarsi e confrontarsi è doveroso.
Lo faremo, in un incontro aperto al pubblico e gratuito, insieme a Corrado Del Bò  professore associato di Filosofia del diritto presso il Dipartimento di Studi giuridici “Cesare Beccaria” dell’Università di Milano,insegna Etica e filosofia del turismo nel corso di laurea in Scienze del turismo presso la Fondazione Campus di Lucca.

È autore di Etica del turismo (Carocci 2017), Un reddito per tutti (Ibis, 2004), I diritti sulle cose (Carocci, 2008), La neutralità necessaria (ETS, 2014) e di vari saggi sui temi della giustizia distributiva, della bioetica, della neutralità delle istituzioni e della valutazione etica delle scelte pubbliche.

Di cosa parleremo

Che cosa c’è di sbagliato nel farsi un selfie ad Auschwitz? O nell’andare a vedere le donne “dal collo lungo” in Thailandia? O nel farsi scortare dagli sherpa sull’Everest? O nel fare le vacanze in un villaggio-turistico situato nel Sud del mondo? O nel praticare prezzi diversi per turisti e per la popolazione locale? O nel considerare il turista una “slot machine” da spremere senza giustificazione reale?

Sono alcuni degli interrogativi morali tipici dell’etica del turismo su cui, sia i turisti che gli operatori turistici devono riflettere.

Responsabilità, sostenibilità, equità, rispetto delle differenze culturali. Attorno a questi quattro concetti ruota il Codice mondiale di etica del turismo, approvato nel 1999 dall’Organizzazione mondiale del turismo e a tutt’oggi il punto di riferimento per l’agire etico di quanti operano, direttamente o indirettamente, in ambito turistico.

Affinché queste idee non restino però lettera morta e non rimangano solamente scritte sul libro delle buone intenzioni, occorre approfondire i loro presupposti teorici e le loro conseguenze operative.

Questo non può che avvenire attraverso un’indagine filosofica, la quale per esempio si chieda che cosa significhi “fare turismo responsabile”, quali siano le implicazioni per il turismo dell’idea di sostenibilità per come si è affermata nella riflessione ambientalista e non solo, a quali condizioni gli scambi commerciali in ambito turistico possano essere considerati equi e quali differenze culturali vadano rispettate e in quale modo.

Per fare “turismo sostenibile” sia i turisti, che gli operatori turistici, devono essere consapevoli delle conseguenze del proprio agire ed essere disposti a modificarlo se queste conseguenze sono negative o dannose, per altri essere umani o per l’ambiente.

L’idea di turismo sostenibile impone di considerare i doveri verso le generazioni future a godere dei medesimi beni turistici di cui godono le generazioni attuali, per garantire uno sviluppo economico corretto e la preservazione delle risorse naturali e culturali che oggi garantiscono lavoro agli operatori turistici, svago e benessere ai turisti.

Registrazioni chiuse per queto evento.

Dettagli

Data:
22 giugno
Ora:
18:00 - 19:30
Categoria Evento:
Tag Evento:

Luogo

Casa Imbastita Relaxbusiness
Contrada Imbastita 2/e
Scicli (RG), Italia

Organizzatore

Casa Imbastita Campus
Telefono:
3496150374
Email:
m.occhini@casaimbastitacampus.it